Le Village

« Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’e’ qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti »

[Cesare Pavese, La luna e i falò, 1950]

Capri Leone siede a cavaliere di un’amena e fertilissima collina che dolcemente declina a valle verso l’azzurro mar Tirreno. Alle sue spalle si erge maestosa una montagna denominata “Grotte” poiché proprio ai piedi di essa vi è una grotta sotto la quale si apre tra grossi sassi un meandro non accessibile, chiamato “’U Sciuscialoru” dal quale fuoriesce del vento, che fa muovere gli arbusti tutt’intorno, che d’estate emanano una frescura molto piacevole. La causa di questo fenomeno sembra essere attribuita alla cascata d’acqua sottostante la montagna, che poi seguendo il suo percorso naturale va ad alimentare le sorgenti “Leone”, situate in fondo a destra in un angolo della piazza V.Emanuele III, e Fontana di Capri a valle del centro abitato la cui contrada nei secoli ha preso il nome proprio da questa fontana.
Il suo territorio misura centosettantasette salme, tumoli 13 e mondelli uno, siede a cavaliere di una amena e fertilissima collina. Esso confina ad Est col territorio di Mirto, a E-NE con Frazzanò, ad W.NW e SW con S. Marco d’Alunzio e feudo di Pietro di Roma, a SE col mandamento di Naso.
A valle, dove le acque del torrente Cammà, dopo aver lasciato gli anfratti, attraversano quel tratto pianeggiante di terreno di contrada “Schippi”, sorgeva un mulino alla Genovese, che veniva alimentato dalle stesse acque e i cui ruderi sono tutt’oggi ancora ben visibili.

(Antonio Tortorici Pro Segreto, cioè ufficiale del fisco di nomina regia., 21 Gennaro 1818).

Ad Est e ad Ovest il Paese (il Borgo) è lambito dai torrenti S. Rocco e Palejaci. Il primo raccogliendo le acque piovane che provengono dai sovrastanti monti ricchi di noccioleti e castagneti, confluisce nell’altro torrente Culè che prosegue sino alla marina, dove prende il nome di torrente Cammà a da qui va a sfociare nel Fiume Zappulla.


Les commentaires sont clos.